Get Microsoft Silverlight

PUNTATA 15/18 DEL 23.01.10

EGITTO, IL CAIRO RACCONTATO DAI TASSISTI. I CAMPI PROFUGHI IN DARFUR. IL RICORDO DEL POETA GRECO YANNIS RITSOS. LA MONTAGNA DELLA CORSICA.

Al Cairo ci sono oltre quarantamila tassisti. Dall’abitacolo delle macchine verniciate in bianco e nero la vita appare diversa. Lo scrittore Khaled Al Khamissi, nel best-seller «Taxi», ha raccontato la capitale egiziana proprio con le parole e le scelte di vita dei conducenti delle auto di servizio pubblico. Saranno lo stesso scrittore e i tassisti egiziani a tracciare uno speciale ritratto del Cairo nel servizio che apre «Mediterraneo».
Il magazine si sposta poi in Darfur alla vigilia della chiusura dei campi profughi decisa dal governo del Sudan: una scelta che potrebbe aggravare una già difficile emergenza umanitaria. Di seguito in Grecia per ricordare il poeta Yannis Ritsos nel centenario della sua nascita, una delle voci più autorevoli della penisola ellenica, uno scomodo protagonista contro l’allora regime dei colonnelli. Infine in Corsica per mostrare un piccolo paradiso terrestre utilizzato nell’assoluto rispetto dell’ambiente.

* * *  

Vita sul taxi
di Ernesto Oliva (Rai)

     

Egitto. Lo scrittore Khaled Al Khamissi: “ho sentito dai tassisti analisi politiche molto più profonde di molti saggi accademici.”

   

Via i campi
di Lucilla Alcamisi (Rai)

     

Sudan. Chiudendo i campi profughi in Darfur il governo vuol mostrare di aver in mano la situazione. Ma i dubbi restano.

           

Il poeta scomodo
di Emilia Vaugelade (France 3)

     

Grecia. L’Isola di Monemvasia dove nacque il poeta Yannis Ritsos, una delle voci del dissenso al regime militare. 

            

Una vita diversa
di Xavier Pierlovisi (France 3)

      

Francia. In Corsica la storia di chi ha saputo creare una attività economica, in tempo di crisi.

Giancarlo Licata

Comments

comments