Get Microsoft Silverlight

PUNTATA N. 22 – 28.03.09

IL GHETTO NERO DI LISBONA. E POI AFRICA E ARMI, AICHA E L’ARTISTA SLOVENO 

Cova da Moura, il ghetto nero di Lisbona, si trova a pochi chilometri dal centro della città. Negli anni è diventato il centro della criminalità della capitale lusitana: tanta droga, tante armi, tanta disoccupazione. Neppure i poliziotti volevano metterci piede. Un progetto portato avanti da una associazione culturale ha riaperto questo territorio alla città e soprattutto ai turisti. Una iniziativa che può essere “esportata” in altre grandi realtà europee.

Il secondo reportage in scaletta parla di Aicha Ech-Channa: nel suo mondo ci sono le ragazze madri e i bambini abbandonati. Da quasi trent’anni, in Marocco, Aicha si batte per sensibilizzare l’opinione pubblica al riconoscimento delle donne senza diritti.

Il tema dei diritti violati in Africa viene affrontato dal terzo servizio: sono messi sempre più in discussione dalla presenza cinese nel continente nero. Aumentano i conflitti, si appoggiano i regimi e, in cambio di armi, i cinesi sono riusciti a mettere le mani sulle miniere di diamanti e metalli preziosi.

La puntata si chiude in Slovenia con il ritratto di un artista particolare, Domen Slana: riesce a ridare la vita ad oggetti riciclati.


La favela di Lisbona
di Maria Grazia Coccia (Rai)

Portogallo. Cova da Moura, la favela di Lisbona. Vi abitano immigrati provenienti dall’Africa più povera. Un ghetto nero riaperto alla città grazie ad un gruppo di volontari che ha creato un vero circuito turistico. Riconsegnando questa parte di Lisbona alla società.

                  

Il cuore di Aisha
di Kamal Rédouani (France 3)

Marocco. La storia di Aicha Ech-Channa, la prima donna marocchina ad aver assistito le ragazzi madri e i bambini abbandonati, spezzando un tabù. Ritratto di una donna che dagli anni ’80 si batte per sensibilizzare l’opinione pubblica al riconoscimento di queste donne senza un tetto né diritti.

                

Conquiste cinesi
di Ernesto Oliva (Rai)

Africa. Un terminale di armi leggere e pesanti: è questo lo scenario militarizzato di un crescente numero di Paesi africani. Fra i fornitori in prima fila la Cina, diventato il vero leader commerciale nel continente nero. Zimbabwe, Zambia, Kenia, Sudan e Tanzania, fra i Paesi al centro del traffico.

                

Ritratto di artista
di Fabio Gergolet (Rai)

Slovenia. La città di Škofja Loka è rimasta intatta nel suo splendore medioevale diventando la culla dell’impressionismo sloveno. Qui vive un pittore e scultore particolarissimo: Domen Slana, un’artista che come pochi sa ridar vita a oggetti altrimenti destinati all’oblio.

                 

Comments

comments