Get Microsoft Silverlight

PUNTATA N. 8 – 29.11.08

VIAGGIO NEI PAESI BASCHI DOVE L’ETA TORNA A COLPIRE

Nei paesi baschi torna a salire la tensione e l’Eta torna a colpire. Tre bombe nel giro di 24 ore pochi giorni dopo un altro attentato davanti a un tribunale. Il referendum consultivo è stato impedito d’autorità e una decina tra partiti e liste elettorali sono stati messi al bando. Il Presidente della Comunità autonoma è sotto processo. Cosa accadrà nei prossimi mesi e come vive la gente in Euskal Herria?
Il secondo reportage è stato girato a Tur Abdin: è il nome di una regione del Sud est turco che significa “Montagna dei servi di Dio”. Si narra che in questo territorio si siano stabiliti i primi discepoli di Cristo, in fuga dalla Palestina romana. Oggi si chiamano “siriaci”: sono cristiani di rito ortodosso che parlano in neo aramaico e pregano nell’antica lingua di Cristo.
Poi a Palermo, nel popolare quartiere di Ballarò dove vive Abibata Konatè, da tutti chiamata “mama Africa”. Proviene dalla Costa d’Avorio, è uno chef di prim’ordine e ha vinto per due volte del Cous Cous Fest di S. Vito Lo Capo. Abibata ha un sogno: aprire una mensa- ristorante.
Il magazine ospita anche le interviste con l’opinionista israeliano Danny Rubinstein e con quello palestinese Khalil Shaheen.

 

Vivere basco
di Enrico Rotondi (Rai)

Spagna. A Bilbao, l’8 gennaio, si celebrerà un processo clamoroso, quello contro lo stesso presidente basco Juan José Ibarretxe accusato di disobbedienza per aver avuto contatti con i vertici di Batasuna nel periodo della tregua, quando lo stesso premier spagnolo Zapatero aveva avviato trattative con l’ETA per la soluzione del conflitto. Altro elemento di scontro tra il governo basco e quello di Madrid è la decisione di avviare di un percorso verso l’autodeterminazione.

                 

Media e conflitto
di Alessandra Rissotto (Rai)

Israele-Palestina. Media e conflitto, il ruolo dei giornali e delle televisioni. Faccia a faccia tra due opinionisti, Danny Rubinstein, editorialista di Kalkalist (Israele) e Khalil Shaheen, analista politico Al-Ayyam (Palestina). Entrambi sostengono che i media hanno un peso determinante nello scontro e che i moderati, anche se in maggioranza, non hanno alcun peso politico.

                 

La lingua di Cristo
di Ennio Remondino (Rai)

Turchia. Nei dintorni di Mardin c’è la piccola città di Midyat. Il suo centro storico dove ancora s’esibisce qualche palazzo della ricchezza e del potere antichi. Musei oggi. Qui le testimonianze di convivenza religiosa si trovano nel centro urbano. Popolazione in gran parte curda, frutto della migrazione costretta dai villaggi della guerriglia e contro la guerriglia, e l’altra minoranza, quella araba. I più di loro di religione musulmana e i pochi siriaci cristiani. Territorio e popolazioni da vigilare attentamente.

                  

Mama Africa
di Ernesto Oliva (Rai)

Italia. La chiamano “Mama Africa”. Proviene dalla Costa d’Avorio. E’ diventata una chef rinomata ed ha vinto per la seconda volta il «Cous Cous Fest» di S. Vito Lo Capo, la manifestazione cult legata al “piatto della pace”, superando Israele, Francia, Senegal e Italia. Abitata Konatè vive a Palermo nello storico quartiere di Ballarò. E ha un sogno: poter sfamare gli ultimi.

               

Comments

comments