Get Microsoft Silverlight

Anteprima puntata 23 febbraio 2008

Marocco, cemento sulle dune

Marocco, cemento sulle dune. Il gigante dell’edilizia spagnolo Fadesa ha conquistato il mercato dell’edilizia turistica e sta dando vita a una nuova città che sta sorgendo nel territorio di Saidia, un piccolo villaggio costiero al confine con l’Algeria, nonostante le proteste dei pochi ecologisti marocchini. Natura, spiagge e colline ancora immacolate stanno cedendo il posto a sei alberghi a cinque stelle, 3000 appartamenti di gran lusso, una clinica, un centro commerciale, banche e 3 campi da golf. E’ dedicato alla immensa operazione immobiliare in Marocco il reportage di apertura di «Mediterraneo».

Dal Marocco il magazine si sposterà sulle Alpi friulane per raccontare l’esperienza di una scuola minuscola e di un docente che si richiama a don Milani. Un modo per far vivere una comunità di nove studenti e consentire ai ragazzi di Forni Avoltri di mantenere le loro radici culturali e sociali.

Il terzo reportage in scaletta mostrerà una città altrettanto speciale, la «Città dell’immigrazione» di Parigi che racconta una storia sconosciuta anche agli stessi francesi.

Infine in Tunisia per scoprire il circuito dei centri di  talassoterapia. Ce ne sono già cinquanta ad altissimo livello e venti sono in fase di realizzazione. Tutti sotto il controllo del Ministero della Sanità.

Dune di cemento
di Rim Mathlouti (France 3)

Marocco. Il cemento dove la natura è ancora immacolata. Sulla costa di Saïdia nasce una città turistica. Rimasta intatta fino ad ora, è oggetto di un piano di gestione del territorio. Il Marocco mira ad ospitare dieci milioni di turisti entro il 2010. I lavori sono stati avviati. A Saïdia le dune di sabbia e la vegetazione hanno ceduto il posto alla cementificazione. Previsti 50 mila posti di lavoro.

saidia-01.jpg       saidia-03.jpg       saidia-04.jpg

           
La scuola minuscola
di Michela Garbin (Rai)

Italia. Forni Avoltri, sulle Alpi friulane. Un docente lancia la sua sfida: una scuola minuscola per diffondere il sapere. Sono dieci gli alunni della scuola. Tra le montagne che separano l’Italia dall’Austria, un professore, invece di scappare, ha creato un luogo straordinario. Seguendo Don Milani ha dimostrato che, dove insegnare è più difficile, la scommessa è ancora più appassionante.

scuola-01.jpg       scuola-02.jpg       scuola-04.jpg

             
Pagine di storia
di Gwenaëlle Lenoir (France 3)

Francia. A Parigi nasce la “Città della Storia dell’immigrazione”. Viaggio alla scoperta di una storia sconosciuta anche ai francesi. Una storia individuale e collettiva, ricongiunta e messa in mostra, che affronta un tema oggi scomodo. Polacchi, marocchini, italiani, armeni, cambogiani, maliani, russi, portoghesi e altri ancora, sono stati tutti inseriti nelle pagine di storia della Francia.

citta-immigrazione-01.jpg       citta-immigrazione-02.jpg       citta-immigrazione-04.jpg

           
La vita dal mare
di Alessandra Forte (Rai)

Tunisia. Con 1200 chilometri di coste, la Tunisia ha pensato di puntare sulla potenza dell’acqua del Mediterraneo. Così, in pochi anni, è diventato, dopo la Francia, il secondo paese al mondo nell’offerta di talassoterapia. Sfruttando i benefici dell’acqua del mare ha conquistato nuovi importanti mercati. In Tunisia è stato istituito anche un corso di laurea per lo studio della talassoterapia.

talassoterapia-01.jpg       talassoterapia-04.jpg       talassoterapia-05.jpg

Comments

comments